Concorso Agenzia delle dogane e dei monopoli 2022: 980 posti

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

CD RC

CONCORSO AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI 2022: 980 POSTI

Condividi questa pagina
Inserito: sabato 6 agosto 2022
Aggiornato: domenica 22 gennaio 2023
Le informazioni relative alle date e alle sedi di svolgimento delle prove scritte saranno rese note tramite avviso pubblicato nel sito internet dell’Agenzia in data 20 febbraio 2023.

AGGIORNAMENTI

Si comunica che le informazioni relative alle date e alle sedi di svolgimento delle prove scritte dei concorsi in epigrafe saranno rese note tramite avviso pubblicato nel sito internet dell’Agenzia in data 20 febbraio 2023.


Nella Gazzetta Ufficiale quarta serie speciale concorsi ed esami n.69 del 30 agosto 2022 sono stati pubblicati due concorsi presso l’Agenzia delle dogane e dei monopoli per un totale di 980 posti:

un concorso pubblico per esami a complessivi 340 posti per l’assunzione di varie figure professionali, da inquadrare nella terza area, fascia retributiva F1;

un concorso pubblico per esami a complessivi 640 posti per l’assunzione di varie figure professionali, da inquadrare nella seconda area, fascia retributiva F3.

Quando scade il termine per presentare la domanda di partecipazione?

Le attività di compilazione e di invio telematico della domanda di partecipazione dovranno essere completate entro le ore 18.00 del 29 settembre 2022.

Come si deve presentare la domanda di partecipazione?

Le domande di partecipazione dovranno essere redatte esclusivamente in forma telematica sulla piattaforma Concorsi Smart cui si accede tramite il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) attraverso il seguente link: https://adm.concorsismart.it.

Chi può partecipare ai concorsi?

Per il bando da 340 posti è necessario il possesso di una laurea triennale. Per il bando da 640 posti è sufficiente il diploma di scuola secondaria di secondo grado conseguito presso un istituto statale paritario o legalmente riconosciuto.

Per l’elenco specifico dei titoli di studio richiesti si rimanda ai bandi.

È prevista una prova preselettiva?

Sì, per entrambi i due concorsi nel caso in cui il numero di candidati sia pari o superiore a 10 volte il numero dei posti messi a concorso per ciascun codice in ciascuna Regione/Comune/Strutture centrali, considerato anche il numero complessivo delle candidature pervenute, potrà essere effettuata una prova preselettiva. Esclusivamente per i codici di concorso/strutture per i quali sono stati messi a bando 1 posto o 2 posti la prova preselettiva si svolgerà se il numero complessivo di candidati sia pari o superiore a 20 unità, considerato anche il numero complessivo delle candidature pervenute.

La prova preselettiva, unica per tutti i codici di concorso, potrà svolgersi anche in giorni diversi non consecutivi e consisterà in un test, da risolvere in cinquanta minuti, composto da cinquanta quesiti a risposta multipla con tre opzioni di risposta, di cui una sola esatta, così articolato: diciotto domande attitudinali per la verifica della capacità logico-deduttiva e di ragionamento logico-matematico, dodici concernenti elementi di diritto penale e le funzioni della polizia giudiziaria, quindici di lingua inglese e cinque di conoscenza base degli strumenti di office automation.

Non è prevista la pubblicazione di una banca dati.

A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio: risposta esatta: +1 punto; risposta non data o risposta multipla o non valida: 0 punti; risposta errata: -0,33 punti.

Le comunicazioni relative alle date e alle sedi, anche decentrate, di svolgimento della prova preselettiva saranno rese note tramite avviso pubblicato nel sito internet dell’Agenzia www.adm.gov.it il 12 ottobre 2022.

In cosa consistono le prove scritte?

Per entrambi i concorsi

Al fine di accertare le competenze previste per ciascun profilo professionale, la prova scritta si articola in:

a) Due quesiti a risposta aperta da redigere in massimo 2000 battute (spazi inclusi), anche di carattere teorico-pratico o interdisciplinare, su tutte o alcune delle materie di cui al prospetto riportato all'articolo 1, comma 2, per ciascun codice di concorso, ad esclusione delle materie di cui al successivo punto b). A ciascuna risposta è attribuibile il punteggio massimo di 10 punti;

b) Dieci quesiti a risposta multipla di cui 2 in lingua inglese sulle seguenti materie: fini istituzionali, ordinamento e attribuzioni dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, funzioni e compiti della polizia giudiziaria. Per il codice di concorso ADM/FRI 5 quesiti saranno formulati in lingua inglese e 5 nella lingua araba, cinese, portoghese o spagnola a seconda dell’ambito linguistico per il quale i candidati hanno concorso.

A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio: risposta esatta: +1 punto; risposta non data o risposta multipla, non valida o errata: 0 punti.

Per ciascuno dei codici di concorso sono ammessi alla prova orale i candidati che abbiano conseguito il punteggio di almeno 21/30.

In cosa consiste la prova orale?

La prova orale consiste in un colloquio mirato ad accertare la preparazione del candidato nonché la sua attitudine all’espletamento delle funzioni previste dal profilo e verterà su tutte o alcune delle materie di cui al prospetto riportato all’articolo 1, comma 2 dei bandi allegati.

Nel corso della prova orale viene accertata, altresì, la capacità di utilizzo del personal computer, dei software e degli applicativi più diffusi.

Per l’elenco delle materie previste per ciascun codice di concorso si rimanda ai bandi allegati.

Comincia a prepararti per la prova preselettiva.