Elementi di psicologia forense e tecniche di examination -
W - H (0)

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Navigazione

Cambio Stile

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Accademia Giuridica

Elementi di psicologia forense e tecniche di examination

  • Votato da 14 corsisti

Calendario e LEZIONI
CONTIENE UNA LEZIONE DEMO
Corso NON soggetto ad un minimo di iscritti.
Condividi questa pagina

Come iscriversi al corso

La psicologia giuridica è la scienza che studia l’aspetto psicologico dei soggetti coinvolti in un procedimento giudiziario, al fine di tracciare i processi cognitivi rilevanti nel compendio probatorio di un processo civile o penale. Un ramo della psicologia giuridica è la psicologia forense, che ha per oggetto lo studio dei processi emotivi, comportamentali e cognitivi coinvolti in ambito giuridico-processuale.

In questo corso, gli iscritti acquisiranno le conoscenze essenziali della figura dello psicologo forense e del relativo codice deontologico, della normativa processuale penale, delle tecniche di interrogatorio, delle tecniche di redazione di una consulenza tecnica, con l'approccio critico e ragionato dal docente.

Tutti coloro che vengono a contatto con l’Autorità giudiziaria in veste di Avvocati, CT e periti, compreso lo psicologo forense, al fine di espletare in modo corretto l’attività professionale e perseguire al meglio la ricerca processuale della verità, necessitano di una conoscenza del diritto, anche processuale, che opera in stretta sinergia con la psicologia giuridica e le sue branche.

Il corso è strutturato in tre moduli e in ciascuno di essi il corsista potrà trovare audio-lezioni, slide con approfondimenti ad indirizzo forense e neuro-criminologico, ricerche scientifiche per ciascuna lezione e materiale ulteriore a supporto dello studio.

MODULO I

Nel primo modulo viene affrontata in pillole la psicologia forense, la psicologia della testimonianza (frutto di uno studio del docente pubblicato sul manuale “L'indagine investigativa. Manuale teorico-pratico, ed. Primiceri, 2015), le tecniche più efficaci di conduzione di un interrogatorio o di un colloquio che possono risultare fondamentali per casi di violenza psicologica soprattutto per le fasce più deboli e lo studio della memoria tout court considerata, la definizione di imputabilità, i casi di infermità in relazione agli orientamenti giurisprudenziali più recenti e agli studi del docente e il criminal profiling.

MODULO II

Nel secondo modulo viene affrontato la struttura del processo penale e l’approfondimento del ruolo del CT e del testimone in modo semplice e chiaro con aggiornamento giurisprudenziale, le tecniche più efficaci per redigere una consulenza tecnica per evitare di incorrere in violazioni di carattere sostanziale e formale, le fonti che disciplinano l’attività del consulente tecnico psicologo forense e il relativo focus di approfondimento esteso alla categoria professionale del sanitario tout court considerato con spiegazioni di casi giurisprudenziali pratici, il danno di natura non patrimoniale: biologico, psichico ed esistenziale e la spiegazione di casi pratici dei vari modelli di responsabilità civile in cui può incorrere il professionista.

MODULO III

Nel terzo modulo viene affrontato in una singola lezione le cause e le varie psicopatologie che possono sorgere nell’età evolutiva adolescenziale: condotte antisociali e di devianza sessuale, la connessione tra devianza e adolescenza, quali sono i disturbi più rilevanti e le forme di prevenzione. Il materiale didattico della lezione in oggetto è stato aggiornato da alcuni focus specifici costituiti dall'esame della devianza e dallo sviluppo di psicopatologie in età adolescenziale e dallo studio di alcuni casi clinici sui rischi e sulle possibili cause del suicidio e dei maltrattamenti adolescenziale, in un'ottica di comprensione e prevenzione dei fenomeni criminali, come ad es. le baby gang". In questa ottica il docente, specializzato in criminologia investigativa e forense, ha fornito al corsista ulteriori slide di approfondimento in merito al tema dell’aggressività, frutto di una sua ricerca scientifica pubblicata su alcune riviste, e di alcuni recenti studi di carattere neuroscientifico finalizzati ad individuare le cause eziologiche delle psicopatologie dello sviluppo e i possibili strumenti di cura e prevenzione.

ORE STIMATE DEL CORSO DI FORMAZIONE: 6 (incluso lo studio del materiale didattico)

DESTINATARI: Medici legali, avvocati, assistenti sociali, educatori, psicologi in formazione

PERCHÈ QUESTO CORSO: LE FONTI DELLA PSICOLOGIA FORENSE

La psicologia giuridica in Italia è nata agli inizi del ‘900 dalle ricerche di studiosi come E. Altavilla, U. Fiore S., G. Ferrari, S. De Sanctis e Di Tullio, che evidenziarono proprio l’importanza dell’incontro tra la psicologia e il diritto processuale al fine di perseguire la “tendenziale” ricerca processuale della verità del “fatto” storico accaduto.
La sua diffusione ed applicazione, però, non è mai stata costante. Infatti, nel tempo si sono alternate fasi in cui la psicologia giuridica ebbe una vera sistematizzazione ed altre in cui subì una forte chiusura da parte del sapere giuridico che tuttavia, verso l’inizio degli anni ’80, riaprì le porte alla psicologia giuridica e alle sue diramazioni su impulso di ricercatori come Guglielmo Gulotta e Fulvio Scaparro che fondarono a Milano il Gruppo di Psicologia Giuridica.
La psicologia giuridica e le sue diramazioni hanno raggiunto una propria identità tra il diritto, la criminologia forense e la psichiatria forense.

La materia di studio e di lavoro di uno psicologo forense è variegato quanto può esserlo il movente di un crimine. Per questo è necessario che il professionista conosca le dinamiche processuali, gli aspetti legali legati alla responsabilità penale e civile in cui può incorrere in caso di violazione della legge e del codice deontologico, i modi ed i mezzi per comprendere il fenomeno della devianza, soprattutto in età adolescenziale al fine di attuare progetti di prevenzioni dei fenomeni criminosi.
Le sue aree d’intervento principali sono la psicologia criminale, quella forense, quella della testimonianza, quella penitenziaria e quella legale.
La psicologia criminale si concentra sulla personalità del reo, sia esso di tipo violento o manipolatorio, singolo e organizzato.
La psicologia della testimonianza studia tutti i processi cognitivi coinvolti nelle attività di percezione, costruzione e ricostruzione di un dato appreso per vagliare l’attendibilità della narrazione resa dal dichiarante rispetto alla realtà oggettiva.
La psicologia forense, in sinergia con altre discipline, si occupa delle dinamiche che operano i partecipanti al processo: non solo gli imputati, ma anche le parti lese, i testimoni, gli avvocati e persino il giudice.
La psicologia penitenziaria studia e interviene sul detenuto in carcere o in un contesto riabilitativo secondo il principio costituzionale espresso dall’art. 27, comma III, della Costituzione.
La psicologia legale, infine, si occupa dei meccanismi psicologici che regolano la comprensione, l’applicazione e gli effetti delle norme.

1a Lezione - Psicologia della testimonianza e tecniche di examination (Parte 1)
Contenuti:
Dispense 4
Video 2
Argomenti trattati:

La psicologia della testimonianza e le tecniche più efficaci di conduzione di un interrogatorio o di un colloquio.

2a Lezione - Psicologia della testimonianza e tecniche di examination (Parte 2)
Contenuti:
Video 1
Argomenti trattati:

La psicologia della testimonianza e le tecniche più efficaci di conduzione di un interrogatorio o di un colloquio.

3a Lezione - Il consulente tecnico e il testimone nel processo penale (Parte 1)
Contenuti:
Dispense 3
Video 1
Argomenti trattati:

La struttura del processo penale e l’approfondimento del ruolo del CT e del testimone, con aggiornamento giurisprudenziale e le tecniche più efficaci per redigere una consulenza tecnica.

4a Lezione - Il consulente tecnico e il testimone nel processo penale (Parte 2)
Contenuti:
Video 1
Argomenti trattati:

La struttura del processo penale e l’approfondimento del ruolo del CT e del testimone, con aggiornamento giurisprudenziale e le tecniche più efficaci per redigere una consulenza tecnica.

5a Lezione - Psicopatologie adolescenziali: condotte antisociali e devianza
Contenuti:
Dispense 4
Video 1
Argomenti trattati:

Psicopatologie che possono sorgere nell’età evolutiva adolescenziale: condotte antisociali e di devianza sessuale, disturbi rilevanti e prevenzione.


Il programma del corso sarà aggiornato in automatico con l'inserimento di aggiornamenti e/o di nuove lezioni.
Tipologia di corso: online
Materie trattate:
  1. psicologia forense
  2. procedura penale
  3. tecniche di redazione
  4. criminologia

info Video-Lezioni: 6
info Dispense e schemi: 11
info Attestato di frequenza: Previsto
info Certificato di frequenza: Previsto

Tutte le attività sono equamente ripartite durante l'intera durata del corso . Completando il corso saranno abilitate tutte le certificazioni previste, che comprendono:

  • Descrizione del corso
  • Programma svolto
  • Elenco e titoli dei docenti
  • Votazione per ogni lezione
  • Voto finale
  • Attestato di frequenza
Clicca qui per una demo

Le certificazione e attestati sono protocollati con un numero di registro univoco e conservati in copia presso FCD. Eventuali e diverse certificazioni, per esigenze accademiche o per concorsi, possono essere richieste separatamente e rilasciate a discrezione del Comitato Scientifico, per usi consentiti dalle leggi vigenti.

Domenico Piccininno


Il dott. Domenico Piccininno, laureato in giurisprudenza magistrale, esperto in diritto civile, diritto del lavoro, diritto penale sul lavoro, contrattualistica, tutela del consumatore, diritto penale, diritto dell'esecuzione penale, diritto penitenziario, in criminologia e psicologia forense, linguaggio non verbale e HR con un master di “Criminologia e Scienze Forensi per l’investigazione e la Sicurezza e corsi di Alta formazione nel settore legale, della criminologia e della psicologia forense.

Ha collaborato, in qualità di legal counsel and legal assistance, per vari studi legali di indirizzo civile e penale e, in qualità di consulente criminologo investigativo/forense e docente di criminologia forense, collabora per l’Istituto di Scienze Forensi (ISF) s.r.l.s. e ISF College Corporate University e collabora, in qualità di Prof. Aggiunto di diritto penale e procedura penale, al primo anno del Corso biennale di Specializzazione in Criminologia forense presso il Dipartimento di Criminologia dell’Università popolare UNISED (MI).

Collabora, altresì, per alcuni istituti di formazione in qualità di docente formatore nel settore della criminologia forense, della neurocriminologia, di lezioni di approfondimento in diritto penale e procedura penale anche con corsi accreditati dal Ministero della Salute e dal CNF.

Ha collaborato, altresì, presso la Procura della Repubblica di Bari e presso l’ufficio economato dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro e offre servizi di consulenza tecnica forense per aziende, per istituti di credito, per privati, alle Procure delle Repubbliche per conto dell'ISF s.r.l.s., in qualità di Vice coordinatore e Responsabile ISF s.r.l.s. PUGLIA, in tema di imputabilità, capacità a testimoniare, valutazione di personalità, stalking, violenze e abusi sessuali, valutazioni bio-psico-sociali connessi ai reati, coadiuvato da equipe specializzato dell'ISF.

È saggista per alcune riviste di indirizzo legale e di scienze forense e autore e co-autore di alcuni manuali di indirizzo forense, come i "Compendi di diritto penale parte speciale" in 3 volumi, Primiceri editore e "L'indagine investigativa. Manuale teorico-pratico", Primiceri editore.


Gruppo del corso su Fbook pagina ufficiale FCD canale video pillole contatta la sede

E' possibile connettersi da qualsiasi device collegato ad internet.

L'iscrizione non comporta alcun impegno di acquisto e potrai accedere a contenuti gratuiti su tutti i corsi, se previsti.