FCD
Comune di Roma 1050 posti categoria c

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Eventi & Concorsi
Comune di Roma 1050 posti categoria c


Condividi questa pagina
lunedì 10 agosto 2020

Comune di Roma concorso pubblico, per esami, per il conferimento di n. 1050 posti per categoria c

preparati con i nostri corsi!
Documenti ufficiali

È indetto, in conformità alla deliberazione della Giunta Capitolina n. 116 del 23/06/2020, un concorso pubblico, per esami, per l’accesso a tempo pieno e indeterminato alla categoria C (posizione economica C1), per il conferimento di complessivi n. 1050 posti nei profili professionali come di seguito specificati:

1) n. 250 posti per l’accesso a tempo pieno e indeterminato nel profilo professionale di Istruttore Amministrativo, cat. C – posizione economica C1 - Famiglia Economico – Amministrativa e Servizi di Supporto - Codice concorso CUIA/RM

2) n. 200 posti per l’accesso a tempo pieno e indeterminato nel profilo professionale di Istruttore Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio, cat. C – posizione economica C1 - Famiglia Tecnica - Codice concorso CUIT/RM

3) n. 100 posti per l’accesso a tempo pieno e indeterminato nel profilo professionale di Istruttore Servizi Informatici e Telematici, cat. C – posizione economica C1 - Famiglia Informatica e Telematica - Codice concorso CUIS/RM

4) n. 500 posti per l’accesso a tempo pieno e indeterminato nel profilo professionale di Istruttore Polizia Locale, cat. C – posizione economica C1 - Famiglia Vigilanza - Codice concorso CUIP/RM.

Per l'ammissione al concorso pubblico sono richiesti i seguenti requisiti che devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione, nonché al momento dell’assunzione in servizio:

Concorsi 2 Codici Concorso: CUIA/RM, CUIT/RM, CUIS/RM, CUIP/RM

1. essere cittadini italiani o di altro Stato membro dell’Unione Europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, ai sensi dell’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165. Per i soggetti di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, essere in possesso dei requisiti, ove compatibili, di cui all'articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994, n.174;

2. per i candidati partecipanti al procedimento per l’accesso al profilo di Istruttore Polizia Locale è richiesta esclusivamente la cittadinanza italiana;

3. avere un’età non inferiore a diciotto anni;

4. essere in possesso di uno dei titoli di studio di seguito indicati, con riferimento al singolo procedimento concorsuale, specificando che il possesso di un titolo di studio superiore assorbente consente la partecipazione ai concorsi per i quali sia richiesto un titolo inferiore e tale evenienza ricorre quando le materie di studio del titolo superiore comprendono, con un maggior livello di approfondimento, quelle del titolo inferiore:

Codice CUIA/RM (Istruttore Amministrativo): diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria;

Codice CUIT/RM (Istruttore Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio): diploma di istruzione secondaria di secondo grado di: geometra, perito industriale edile, Costruzione, Ambiente e Territorio, o altro diploma equivalente che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria;

Codice CUIS/RM (Istruttore Servizi Informatici e Telematici): diploma di istruzione secondaria di secondo grado di: ragioniere programmatore, perito informatico, perito industriale, perito tecnico in grafica e comunicazione o altro diploma equivalente a indirizzo informatico che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria;

Codice CUIP/RM (Istruttore Polizia Locale): diploma di istruzione secondaria di secondo grado che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria. Esclusivamente per la procedura per l’accesso al profilo di Istruttore Polizia Locale è richiesto, altresì, il possesso della patente di guida di tipo B in corso di validità; tale requisito può essere conseguito anche successivamente alla scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione alla procedura purché sia posseduto alla data di scadenza del termine fissato dall’Amministrazione per la produzione dei documenti prescritti per l’assunzione.

È richiesto, inoltre, per l’accesso al profilo di Istruttore Polizia Locale il possesso dei requisiti necessari per poter rivestire le qualifiche di cui all’articolo 5 della legge 7 marzo 1986, n. 65.

5. idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce. L’Amministrazione si riserva di accertare tale requisito prima dell’assunzione all’impiego;

6. godimento dei diritti civili e politici;

7. non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;

8. non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell'articolo 127, primo comma, lettera d), del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3 e ai sensi delle corrispondenti disposizioni di legge e dei contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti;

9. non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici.

10. per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.

PROVE DI ESAME: Nel caso in cui le domande di partecipazione per ciascun concorso dovessero risultare in numero superiore a due volte il numero dei posti messi a concorso, si procederà ad espletare una prova preselettiva, comune ai profili professionali oggetto del presente bando, consistente in un test, da risolvere in 60 (sessanta) minuti, composto da n. 60 (sessanta) quesiti a risposta multipla, di cui n. 40 (quaranta) attitudinali consistenti in una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico e critico-verbale, e n. 20 (venti) diretti a verificare la conoscenza delle seguenti materie:

diritto costituzionale con particolare riferimento al titolo V della Costituzione;

diritto amministrativo con particolare riferimento alla normativa in materia di accesso, trasparenza e anticorruzione, disciplina del lavoro pubblico;

diritto degli enti locali con particolare riferimento allo statuto e all’ordinamento degli Uffici e dei Servizi di Roma Capitale.

L’esame consisterà in una prova scritta, distinta per i profili professionali di cui al presente bando, consistente in un'unica prova volta ad accertare il possesso delle specifiche competenze proprie del profilo professionale. Rimandiamo al bando per l’indicazione delle materie.

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo “https//ripam.cloud”, previa registrazione del candidato sullo stesso sistema. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

La domanda deve essere presentata entro le ore 18.00 del 21 settembre 2020.

- Corso collegato