Concorso diplomati MAECI 2023, bando da 381 posti per amministrativi ed informatici

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività iscriviti senza impegno.




Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2024 Cammino Diritto Srl Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto





CONCORSO DIPLOMATI MAECI 2023, BANDO DA 381 POSTI PER AMMINISTRATIVI ED INFORMATICI

Condividi questa pagina

Aggiornato: giovedì 8 febbraio 2024

È stato indetto il concorso MAECI 2024 per 381 posti di lavoro suddivisi tra assistenti amministrativi ed informatici.

È stato indetto il concorso MAECI 2024: nello specifico , il bando MAECI permetterà nuove assunzioni di 381 posti di lavoro tra assistenti amministrativi, contabili e consolari (codice ACC) oltre che di assistenti informatici, della telecomunicazione e della cifra (codice TLC).

La domanda di ammissione al concorso può essere presentata fino al 26 gennaio 2024.

Quali sono i requisiti per partecipare alla procedura concorsuale?

Per partecipare al concorso MAECI 2024 per assistenti amministrativi ed informatici sono richiesti i requisiti di seguito elencati:

  • cittadinanza italiana;
  • maggiore età;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • idoneità fisica allo specifico impiego a cui il codice di concorso si riferisce;
  • possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale conseguito presso un istituto statale, paritario o legalmente riconosciuto;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • condotta incensurabile ai sensi dell’articolo 35, comma 6, del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, in forza di norme di settore, o licenziati per le medesime ragioni ovvero per motivi disciplinari ai sensi della vigente normativa di legge e/o contrattuale, ovvero dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile;
  • non aver riportato condanne, con sentenza passata in giudicato, per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione.

Come si articola la procedura concorsuale?

Per l’espletamento della procedura concorsuale, la Commissione RIPAM si avvarrà anche di Formez PA. La selezione dei candidati al concorso MAECI 2024 per assistenti si articolerà come segue:

  • una prova d’esame scritta distinta per i codici di concorso, che consisterà nella somministrazione di un test di n. 40 quesiti a risposta multipla, da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti.
  • una prova d’esame orale, distinta per i codici di concorso, riservata ai candidati che hanno superato la prova scritta, consiste in un colloquio interdisciplinare volto ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati nelle materie di seguito indicate.
  • una prova facoltativa in lingua straniera, riservata ai candidati che hanno superato la prova scritta. La prova sarà orale, in una o più delle seguenti lingue a scelta tra francese, spagnolo, tedesco, arabo, russo, portoghese, cinese e giapponese ulteriori rispetto a quelle obbligatorie consistenti nella lingua inglese e in una seconda lingua ricompresa nell’elenco di cui all’articolo 7, comma 2 (si veda il bando). La prova consiste in una conversazione su tematiche di attualità internazionale.
  • la valutazione dei titoli, distinta per i codici concorso, solo a seguito dell’espletamento della prova orale e dell’eventuale prova facoltativa in lingua straniera con esclusivo riferimento ai candidati risultati idonei alla prova orale e sulla base delle dichiarazioni rese dagli stessi nella domanda di partecipazione.

La prova scritta, distinta per i codici concorso, del presente bando consisterà nella somministrazione di un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti e si articolerà come segue:

  • 25 quesiti volti a verificare le conoscenze afferenti alle seguenti materie:
    • Assistente amministrativo, contabile e consolare (Codice ACC):
      • elementi di diritto pubblico, con particolare riferimento al rapporto di pubblico impiego (5 quesiti);
      • elementi di contabilità di Stato (7 quesiti);
      • elementi di diritto consolare (7 quesiti);
      • lingua inglese (6 quesiti).
    • Assistente informatico, telecomunicazione e cifra (Codice TLC):
      • informatica, telecomunicazioni e cifra (19 quesiti);
      • lingua inglese (6 quesiti).
  • 7 quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale.
  • 8 quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell’ambito degli studi sul comportamento organizzativo.

La prova orale, distinta per codici concorso, consiste in un colloquio interdisciplinare volto ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati nelle seguenti materie:

  • Assistente amministrativo, contabile e consolare (Codice ACC):
    • elementi di diritto pubblico, con particolare riferimento al rapporto di pubblico impiego;
    • elementi di contabilità di Stato;
    • elementi di diritto consolare;
    • ordinamento del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale;
    • elementi di geografia;
    • lingua inglese, attraverso una conversazione che accerti il livello di competenze linguistiche di livello almeno B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
    • altra lingua veicolare a scelta tra francese, spagnolo, tedesco, arabo, russo, portoghese, cinese e giapponese, attraverso una conversazione che accerti il livello di competenze linguistiche di livello almeno B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
    • conoscenza e uso delle tecnologie informatiche e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.
  • Assistente informatico, telecomunicazione e cifra (Codice TLC):
    • informatica, telecomunicazioni e cifra;
    • elementi di diritto pubblico;
    • ordinamento del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale;
    • elementi di geografia;
    • lingua inglese, attraverso una conversazione che accerti il livello di competenze linguistiche di livello almeno B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
    • altra lingua veicolare a scelta tra francese, spagnolo, tedesco, arabo, russo, portoghese, cinese e giapponese, attraverso una conversazione che accerti il livello di competenze linguistiche di livello almeno B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
    • conoscenza e uso delle tecnologie informatiche e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.

I candidati possono chiedere di sostenere la prova facoltativa orale in una o più delle seguenti lingue a scelta tra francese, spagnolo, tedesco, arabo, russo, portoghese, cinese e giapponese ulteriori rispetto a quelle obbligatorie consistenti nella lingua inglese e in una seconda lingua.

L’eventuale prova facoltativa orale in lingua straniera è sostenuta dai candidati al termine della prova orale. La prova facoltativa di lingua straniera consiste in una conversazione su tematiche di attualità internazionale.

Come inoltrare la domanda di partecipazione?

La domanda di partecipazione al concorso MAECI 2024 per diplomati deve essere presentata entro il 26 gennaio 2024 tramite il portale inPA, previa registrazione, cliccando sul link presente in questa pagina. Per accedere alla piattaforma, il candidato deve essere in possesso di PEC e SPID/ CIE/ CNS o credenziali eIDAS. Inoltre, il candidato deve effettuare il versamento della quota di partecipazione di euro 10,00.


Formazione Cammino Diritto