Concorso Comune di Napoli 2023: 50 agenti di polizia municipale

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività iscriviti senza impegno.




Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2024 Cammino Diritto Srl Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto





CONCORSO COMUNE DI NAPOLI 2023: 50 AGENTI DI POLIZIA MUNICIPALE

Condividi questa pagina

Aggiornato: lunedì 22 gennaio 2024

È stato bandito il Concorso del Comune di Napoli 2023 finalizzato all´assunzione di 222 posti tra cui 50 agenti di polizia municipale.

È stato bandito il Concorso del Comune di Napoli 2023 finalizzato all´assunzione a tempo indeterminato di 222 posti tra cui 50 agenti di polizia municipale.

È possibile inoltrare la domanda di partecipazione entro il 27 Dicembre 2023.

Quali sono i requisiti per l'ammissione al concorso?

Per l’ammissione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti che devono essere posseduti sia alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande che all’atto della sottoscrizione del contratto di lavoro:

  • possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale conseguito presso un istituto statale, paritario o legalmente riconosciuto.
  • cittadinanza italiana o possesso dei requisiti previsti dall’articolo 38, commi 1, 2 e 3-bis, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165;
  • maggiore età;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall'elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, in forza di norme di settore, o licenziati per le medesime ragioni ovvero per motivi disciplinari ai sensi della vigente normativa di legge e/o contrattuale, ovvero dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile;
  • non aver riportato condanne, con sentenza passata in giudicato, per reati che costituiscono un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione. Coloro che hanno in corso procedimenti penali, procedimenti amministrativi per l’applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione o precedenti penali a proprio carico iscrivibili nel casellario giudiziale, ai sensi dell’articolo 3 del decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313, ne danno notizia al momento della candidatura, precisando la data del provvedimento e l’autorità giudiziaria che lo ha emanato ovvero quella presso la quale penda un eventuale procedimento penale;
  • essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i cittadini soggetti a tale obbligo. I candidati obiettori di coscienza che sono stati ammessi a prestare servizio civile devono aver rinunciato allo status di obiettore di coscienza ai sensi dell’articolo 636 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66;
  • idoneità fisica allo specifico impiego.

Come si articola la procedura concorsuale?

Per l’espletamento della procedura concorsuale, la Commissione RIPAM, ferme le competenze della commissione esaminatrice, si avvarrà anche di Formez PA.

Il concorso per agenti di polizia municipale si articolerà attraverso:

  • una prova preselettiva (qualora il numero delle domande di partecipazione sia superiore a 20 volte il numero dei posti messi a concorso);
  • una prova scritta;
  • una prova di efficienza fisica.

L'eventuale prova preselettiva consisterà nella somministrazione di un test di numero 50 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, che avrà ad oggetto la verifica delle abilità logico-matematiche, numeriche e di ragionamento (10 quesiti) e della conoscenza delle materie previste per la prova scritta (40 quesiti).

La prova scritta consisterà in un test di 40 quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 punti e si articolerà come segue:

  • elementi di diritto costituzionale e amministrativo;
  • ordinamento degli enti locali ai sensi del decreto legislativo n. 267/2000;
  • elementi di diritto penale e di procedura penale;
  • nozioni di disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;
  • legge quadro sull’ordinamento della polizia locale ai sensi della legge n. 65/86 e normativa della Regione Campania in materia di polizia locale;
  • normativa in materia di polizia amministrativa, di pubblica sicurezza e di sicurezza urbana;
  • legislazione sul commercio itinerante, in sede fissa, pubblici esercizi, ambiente e edilizia;
  • codice della strada e relativo regolamento di esecuzione;
  • legge di depenalizzazione e sistema sanzionatorio vigente ai sensi della legge n. 689/81;
  • normativa in materia di accesso agli atti ai sensi della legge n. 241/90, nonché di accesso civico e accesso civico generalizzato ai sensi del decreto legislativo n. 33/2013;
  • normativa in materia anticorruzione ai sensi della legge n. 190/2012;
  • elementi in materia di tutela e protezione dei dati personali ai sensi del Regolamento (UE) n. 679/2016 e decreto legislativo n.196/2003 e s.m.i.;
  • conoscenza della lingua inglese al livello A2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue;
  • uso delle tecnologie informatiche e delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, nonché delle competenze digitali.

Le prove fisiche, da eseguire in sequenza, sono le seguenti:

  • per i candidati di sesso maschile:
    • corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 4 minuti;
    • salto in alto di un’altezza di 105 centimetri da effettuare in un massimo di tre tentativi;
    • n. 5 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti;
  • per le candidate di sesso femminile:
    • corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 5 minuti;
    • salto in alto di un’altezza di 90 centimetri da effettuare in un massimo di tre tentativi;
    • n. 2 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti.