Concorso Allievi Agenti Polizia di Stato 2023

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività iscriviti senza impegno.




Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2023 Cammino Diritto Srl Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto





CONCORSO ALLIEVI AGENTI POLIZIA DI STATO 2023

Condividi questa pagina
Inserito: mercoledì 1 febbraio 2023
Aggiornato: martedì 2 maggio 2023

È stato pubblicato il diario della prova scritta relativo al Concorso Allievi Agenti Polizia di Stato riservato ai militari 2023.

AGGIORNAMENTO

La prova scritta d'esame del concorso pubblico per Allievi Agenti della Polizia di Stato si svolgerà dal 29 al 31 maggio 2023 presso l'Istituto per sovrintendenti della Polizia di Stato, sito in viale Trento e Trieste n.136, Spoleto (PG). Si allega il relativo calendario.


Il Ministero dell’Interno, Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ha indetto il Concorso 2023 della Polizia di Stato per Allievi agenti.

Il bando di concorso è finalizzato alla copertura di 2.138 posti ed è riservato ai volontari in ferma prefissata di un anno o quadriennale ovvero rafferma annuale in servizio o in congedo (VFP1, VFP4). La selezione pubblica è rivolta a giovani candidati diplomati.

È possibile inoltrare la domanda entro il 2 Marzo 2023.

Il concorso è riservato ai militari?

Sì, per poter partecipare al concorso è necessario essere militari in servizio o in congedo (VFP4/VFP1).

A chi è rivolto il concorso?

Il concorso della Polizia di Stato 2023 per Allievi Agenti è rivolto a candidati che si trovino in una delle seguenti condizioni:

  • volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) in servizio da almeno sei mesi continuativi o in rafferma annuale;
  • volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) collocati in congedo al termine della ferma annuale;
  • volontari in ferma quadriennale (VFP4) in servizio o in congedo.

Quali sono i requisiti?

Ai candidati al Concorso per Allievi agenti della Polizia di Stato si richiede il possesso dei requisiti di seguito riassunti:

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • avere compiuto 18 anni e non avere compiuto 26 anni. Quest’ultimo limite è elevato, fino ad un massimo di 3 anni, in relazione all’effettivo servizio militare prestato dai candidati;
  • diploma di scuola secondaria di secondo grado o equipollente, che consente l’iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario, fatta salva la possibilità di conseguirlo entro la data di svolgimento della prova d’esame scritta;
  • possesso delle qualità di condotta previste dall’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo n. 165 del 2001;
  • per i volontari delle Forze armate che risultavano in servizio o in congedo alla data del 31 dicembre 2020, diploma di scuola secondaria di primo grado o equipollente, fatto salvo quanto diversamente previsto dall’articolo 2, comma 2 del bando;
  • efficienza fisica e idoneità fisica, psichica e attitudinale all’espletamento dei compiti connessi alla qualifica.

Sono previste delle riserve?

Tra i posti a concorso 19 sono riservati ai concorrenti volontari delle Forze Armate in possesso dell’attestato di bilinguismo (lingue italiana e tedesca) di livello di competenza B2 del Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue. Possono partecipare alla riserva anche coloro che hanno un attestato di bilinguismo (lingue italiana e tedesca) che non hanno prestato il servizio militare, purché posseggano sia il diploma di scuola secondaria di II grado che consenta l’iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario, o equipollenti, oppure siano in grado di conseguirlo entro la data di svolgimento della prova d’esame scritta, sia dell’attestato di bilinguismo di corrispondente livello. Se i posti riservati non verranno coperti per mancanza di aventi diritto, saranno assegnati agli altri candidati idonei secondo l’ordine decrescente della graduatoria finale di merito.

Come si articolerà il concorso?

La procedura concorsuale e selettiva del concorso della Polizia di Stato per Allievi agenti 2023 si articolerà così come segue:

  • prova d’esame scritta;
  • prova di efficienza fisica;
  • accertamenti dell’idoneità psico-fisica;
  • accertamenti dell’idoneità attitudinale;
  • valutazione dei titoli.

Si segnala che il mancato superamento della prova d’esame scritta o di efficienza fisica o di uno degli accertamenti comporta l’esclusione dal concorso.

In che consiste la prova scritta?

La prova d’esame scritta consisterà in un questionario con domande a risposta sintetica o con risposta a scelta multipla su:

  • argomenti di cultura generale;
  • materie di cui all’art. 4, comma 2, del decreto del Ministro dell’interno di concerto con il Ministro della difesa 22 febbraio 2006;
  • conoscenza della lingua inglese;
  • conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

La banca dati ufficiale sarà pubblicata sul sito della Polizia di Stato almeno 20 giorni prima dell’inizio della prova scritta.

Quando si svolgerà la prova scritta?

Secondo quanto riportato nel bando di concorso, il calendario della prova scritta sarà pubblicato il 2 Maggio 2023.

Quali sono le prove di efficienza fisica da affrontare?

I candidati che superano la prova scritta, sono chiamati a effettuare le prove di efficienza fisica obbligatorie:

  • corsa piana 1000 metri;
  • piegamenti sulle braccia;
  • salto in alto.

Come si svolgono gli accertamenti attitudinali?

Le prove attitudinali sono dirette ad accertare l’attitudine del candidato allo svolgimento dei compiti connessi con l’attività e il ruolo che si è chiamati a ricoprire.
La prova consiste nella somministrazione di una serie di test della personalità, sia collettivi che individuali, e in un colloquio.

Come si può inoltrare la domanda di partecipazione?

È possibile compilare e inoltrare la domanda di partecipazione esclusivamente online tramite il portale ufficiale concorsi della Polizia di Stato entro il 2 marzo 2023.