Concorso MAECI per 50 Segretari di Legazione 2023

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività iscriviti senza impegno.




Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2023 Cammino Diritto Srl Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto





CONCORSO MAECI PER 50 SEGRETARI DI LEGAZIONE 2023

Condividi questa pagina
Inserito: venerdì 13 gennaio 2023
Aggiornato: venerdì 9 giugno 2023

Il MAECI ha pubblicato il diario delle prove scritte: si svolgeranno a Roma presso il Centro nazionale di selezione e reclutamento (C.N.S.R.) del Comando generale dell’Arma dei carabinieri nei giorni 3, 4, 5, 6 e 7 luglio 2023.

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) ha indetto un concorso per l'assunzione di 50 Segretari di Legazione in Prova.

Sarà possibile inoltrare la domanda di partecipazione entro il 15 Maggio 2023.

I vincitori del concorso pubblico bandito dal MAECI diventano Segretari di Legazione in prova, cioè presteranno il loro servizio per un periodo di prova della durata di 9 mesi durante il quale seguiranno un corso di formazione e saranno occupati presso uffici ministeriali e in una sede all’estero. Al termine dei 9 mesi, se superati con successo, i professionisti possono accedere al primo grado della carriera diplomatica: il Segretario di Legazione.

Quali sono i requisiti generali per partecipare al concorso?

Per l'ammissione al concorso sono necessari i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana, esclusa ogni equiparazione;
  • età non superiore ai trentacinque anni. Il limite di età è da intendersi superato alla mezzanotte del giorno del compimento del trentacinquesimo anno. Il limite di età può essere innalzato per un massimo complessivo di tre anni ed è elevato: di un anno per i candidati coniugati o uniti civilmente; di un anno per ogni figlio vivente; di tre anni per coloro che sono compresi fra le categorie di cui alla legge “Norme per il diritto al lavoro dei disabili” ; di un periodo pari all’effettivo servizio prestato, comunque non superiore a tre anni, a favore di cittadini che hanno prestato servizio militare volontario, di leva e di leva prolungata, oppure in qualità di volontari in ferma prefissata per un anno o quadriennale, o servizio civile universale; di tre anni a favore dei candidati che siano dipendenti civili di ruolo delle pubbliche amministrazioni, per gli ufficiali e sottufficiali dell’Esercito, della Marina o dell’Aeronautica cessati d’autorità o a domanda, per gli ufficiali, ispettori, sovrintendenti, appuntati, carabinieri e finanzieri in servizio permanente dell’Arma dei Carabinieri e del Corpo della Guardia di Finanza, nonché delle corrispondenti qualifiche degli altri Corpi di Polizia; di un periodo pari all’effettivo servizio prestato, comunque non superiore a tre anni, per i candidati che prestano o hanno prestato servizio anche non continuativo, in qualità di funzionari internazionali, per almeno due anni presso le organizzazioni internazionali.

Qual è il titolo di studio richiesto?

Per poter partecipare al concorso è richiesto il possesso di una Laurea Magistrale, appartenente a una delle seguenti classi:

  • Finanza (LM-16)
  • Relazioni internazionali (LM-52)
  • Scienze dell’economia (LM-56)
  • Scienze della politica (LM-62)
  • Scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63)
  • Scienze economiche per l’ambiente e la cultura (LM-76)
  • Scienze economico-aziendali (LM-77)
  • Scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81)
  • Servizio sociale e politiche sociali (LM-87)
  • Sociologia e ricerca sociale (LM-88)
  • Studi europei (LM-90)
  • Giurisprudenza (LMG/01).

Come si articola il concorso?

La procedura concorsuale prevede:

  • prova attitudinale;
  • valutazione dei titoli;
  • prova d'esame scritta e orale ed eventuale prova facoltativa di lingua.

Su cosa verte la prova attitudinale del concorso?

La prova attitudinale è volta ad accertare la capacità del candidato di svolgere l’attività diplomatica, con particolare riferimento alla conoscenza delle materie oggetto di concorso inclusa la lingua inglese e alla capacità di ragionamento logico.
La prova attitudinale, consiste in un questionario di 60 quesiti a risposta multipla, della durata di 60 minuti, e verterà sulle seguenti materie:

  • storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna;
  • diritto internazionale pubblico e dell’Unione europea;
  • politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale;
  • lingua inglese, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale;
  • test per l’accertamento della capacità di ragionamento logico.

Come si articolano le altre prove d'esame?

Le prove d’esame, scritte e orali, sono dirette ad accertare la cultura, le conoscenze accademiche e la preparazione linguistica dei candidati. La prova d’esame orale è seguita da eventuali prove facoltative orali di lingua.

I candidati che hanno superato la prova attitudinale sono ammessi a sostenere le prove d’esame scritte che vertono sulle seguenti materie:

  • storia delle relazioni internazionali a partire dal congresso di Vienna;
  • diritto internazionale pubblico e dell’Unione Europea;
  • politica economica e cooperazione economica, commerciale e finanziaria multilaterale;
  • lingua inglese (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale);
  • altra lingua straniera scelta dal candidato tra le seguenti: francese, spagnolo e tedesco (composizione, senza l’uso di alcun dizionario, su tematiche di attualità internazionale).

La prova d’esame orale verte sulle materie che hanno formato oggetto delle prove d’esame scritte, nonché sulle seguenti materie:

  • diritto pubblico italiano (costituzionale e amministrativo);
  • contabilità di Stato;
  • nozioni istituzionali di diritto civile e diritto internazionale privato;
  • geografia politica ed economica.

Per la lingua inglese e l’altra lingua straniera scelta, il candidato sostiene una conversazione su tematiche di attualità internazionale.

Come si inoltra la domanda di partecipazione al Concorso MAECI?

La domanda d’ammissione, dovrà essere inviata, esclusivamente in via telematica compilando il modulo online sul portale ufficiale.