Concorso Ministero della Giustizia PNRR: in arrivo bando per 5.410 diplomati e laureati

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Navigazione

Cambio Stile

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Condividi questa pagina
sabato 20 novembre 2021
Sta per arrivare il nuovo bando previsto dal Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza (PNRR) per il reclutamento - su base distrettuale per titoli e prova scritta - di 5.410 laureati e diplomati.

Sommario: 1. Come fare domanda? - 2. Posti per laureati a tempo indeterminato e lauree richieste. - 3. Posti per diplomati a tempo indeterminato e diplomi richiesti. - 4. Posti per diplomati a tempo determinato (36 mesi). - 5. Retribuzione lorda annua. - 6. Come si svolgerà la selezione? - 7. Come si svolgerà la valutazione dei titoli? - 8. Come si svolgerà la prova scritta? - 9. Ulteriori informazioni.

1. Come fare domanda?
La domanda potrà essere presentata non appena il bando di concorso sarà pubblicato in Gazzetta ufficiale concorsi ed esami. La pubblicazione del bando è attesa per i prossimi giorni.

2. Posti per laureati a tempo indeterminato e lauree richieste
Sono ricercate 1.660 figure professionali in possesso di laurea (triennale, magistrale o diploma di laurea vecchio ordinamento), così ripartite:
• tecnico di amministrazione (1.060 unità, con laurea in giurisprudenza, economia e commercio, scienze politiche o equipollenti)
• tecnico IT senior (180 unità, con laurea in informatica, ingegneria, fisica, matematica, ovvero altra laurea con specializzazione in informatica o equipollenti)
• tecnico di contabilità senior (200 unità, con laurea in economia e commercio, scienze politiche o equipollenti)
• tecnico di edilizia senior (150 unità, con laurea in ingegneria, architettura o equipollenti)
• tecnico statistico (40 unità, con laurea in scienze statistiche, scienze statistiche ed attuariali o equipollenti)
• analista di organizzazione (30 unità, con laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio, sociologia, scienze statistiche e demografiche, psicologia indirizzo psicologia del lavoro e delle organizzazioni del lavoro, ingegneria gestionale ed equipollenti.

3. Posti per diplomati a tempo indeterminato e diplomi richiesti
• tecnico IT junior (280 unità, con diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituto tecnico – settore tecnologico – indirizzo elettronica ed elettrotecnica/informatica e telecomunicazioni o titoli di studio equipollenti)
• tecnico di contabilità junior (400 unità, con diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituto tecnico – settore economico o titoli di studio equipollenti)
• tecnico di edilizia junior (70 unità, diploma di istruzione secondaria di secondo grado rilasciato da Istituto tecnico – settore tecnologico – indirizzo costruzioni, ambiente e territorio o titoli di studio equipollenti).

4. Posti per diplomati a tempo determinato (36 mesi)
• operatore data entry (3.000 unità. Si accede con qualunque diploma di istruzione secondaria di secondo grado)​.

5. Retribuzione lorda annua
In relazione ai profili sopra menzionati, è prevista la seguente retribuzione annua lorda:
• Laureati € 42.297,47;
• Tecnici Diplomati € 36.347,31;
• Diplomati € 34.422,28.

6. Come si svolgerà la selezione?
La procedura di selezione consta di due fasi: valutazione dei titoli e prova scritta.

7. Come si svolgerà la valutazione dei titoli?
La valutazione dei titoli verrà effettuata in base ai criteri indicati nel bando di concorso, una volta che questo verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
Per ora, si sa che ad ogni voto di laurea/diploma è attribuito un punteggio fisso, aumentato automaticamente del doppio per i laureati/diplomati da non più di 7 anni.
Inoltre a parità di merito e titoli è preferito il candidato più giovane.
La valutazione dei titoli è effettuata su base distrettuale: al momento di presentazione della domanda, il candidato dovrà indicare il distretto di Corte d'Appello dove andrà a lavorare se risulterà tra i vincitori. Dunque la scelta sarà fatta preventivamente, così come è stato per il concorso Ufficio per il processo.
Al termine della valutazione dei titoli, verrà stilata una graduatoria distrettuale per ogni profilo. I candidati collocatisi in posizione utile verranno poi ammessi alla prova scritta.

8. Come si svolgerà la prova scritta?
La prova scritta consisterà nella somministrazione di un questionario con domande a risposta multipla e dovrà essere svolta in modalità presenziale, tuttavia, in caso di elevato numero di partecipanti, potrà essere svolta in sedi decentrate e in maniera non contestuale.

9. Uleriori informazioni
Per avere maggiori informazioni, occorrerà attendere la pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale.