Concorso Ripam 2022 tecnici: è sufficiente la laurea triennale

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Navigazione

Cambio Stile

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Condividi questa pagina
venerdì 15 ottobre 2021
É stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 15 ottobre 2021 il nuovo concorso RIPAM per l’assunzione di 2022 tecnici per il Sud. Per partecipare, è sufficiente la laurea triennale.
Documenti ufficiali
RIPAM-2022-POSTI.PDF

Sommario: 1. Quando scade la domanda? - 2. Come si presenta la domanda? - 3. È necessario versare una tassa di partecipazione? - 4. È necessario il possesso della pec? 5. Quali sono i requisiti per partecipare? - 6. Quali lauree sono ammesse? - 7. In cosa consistono le prove di esame? - 8. In cosa consiste la prova scritta? - 9. Quando devono essere conseguiti i titoli? - 10. Come si svolge la valutazione dei titoli? - 11. Ulteriori informazioni.

1. Quando scade la domanda?

La domanda deve essere presentata entro le ore 14,00 del 15 novembre 2021.

2. Come si presenta la domanda?

La domanda può essere presentata esclusivamente per per via telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema «Step-One 2019», raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo «https://ripam.cloud», previa registrazione del candidato sullo stesso sistema.

3. È necessario versare una tassa di partecipazione?

Per la partecipazione al concorso deve essere effettuato, a pena di esclusione, il versamento della quota di partecipazione di euro 10,00 sulla base delle indicazioni riportate nel suddetto sistema «Step-One 2019». Il versamento della quota di partecipazione deve essere effettuato entro le ore 13,00 del 15 novembre 2021.

4. È necessario il possesso della pec?

Sì, per la partecipazione al concorso, il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

5. Quali sono i requisiti per partecipare?

- cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di altre categorie previste dal bando;
- età non inferiore a 18 anni;
- posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985;
- assenza di condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
- godimento dei diritti civili e politici;

6. Quali lauree sono ammesse?

Le lauree ammesse per partecipare al concorso variano in base al profilo scelto:

A. Funzionario esperto tecnico (codice FT/COE):
laurea (L):

L-1 – Beni culturali;

L-43 – Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali L;

L-7 – Ingegneria civilee ambientale;

L-17 – Scienze dell’architettura;

L-21 – Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale;

L-23 – Scienze e tecniche dell’edilizia;

L-32 – Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura;

L-34 – Scienze geologiche;

laurea magistrale (LM):

LM-10 – Conservazione dei beni architettonici e ambientali;

LM-11 – Conservazione e restauro dei beni culturali;

LM-23 – Ingegneria civile;

LM-24 – Ingegneria dei sistemi edilizi;

LM-26 Ingegneria della sicurezza;

LM-3 – Architettura del paesaggio;

LM-4 – Architettura e ingegneria edile-architettura;

LM-48 – Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale;

LM-75 – Scienze e tecnologie per l’ambiente e il territorio;

LM-74 Scienze e tecnologie geologiche;

LM-79 – Scienze geofisiche;

LM-35 – Ingegneria per l’ambiente e il territorio;

LM-31 – Ingegneria gestionale; o titoli equiparati secondo la normativa vigente;

B. Funzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo (codice FG/COE):
laurea (L):

L-14 Scienze dei servizi giuridici;

L-16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione;

L-18 Scienze dell’economia e della gestione aziendale;

L-33 Scienze economiche;

L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali;

laurea magistrale (LM):

LMG/01 – Giurisprudenza;

LM-63 – Scienze delle pubbliche amministrazioni;

LM-56 – Scienze dell’economia;

LM-77 – Scienze economico-aziendali;

LM-76 – Scienze economiche per l’ambiente e la cultura;

LM-16 – Finanza;

LM-87 – Servizio sociale e politiche sociali;

LM-52 – Relazioni internazionali;

LM-62 – Scienze della politica;

LM-81 – Scienze per la cooperazione allo sviluppo;

LM-88 – Sociologia e ricerca sociale;

LM-90 – Studi europei; o titoli equiparati secondo la normativa vigente.

E. Funzionario esperto analista informatico (codice FI/COE):
laurea (L):

L-8 – Ingegneria dell’informazione;

L-31 – Scienze e tecnologie informatiche;

L-35 – Scienze matematiche;

L-41 – Statistica;

laurea magistrale (LM):

LM-18 – Informatica;

LM-66 – Sicurezza informatica;

LM-32 – Ingegneria informatica;

LM-40 – Matematica;

LM-91 – Tecniche e metodi per la società dell’informazione;

LM-82 – Scienze statistiche;

LM-83 – Scienze statistiche attuariali e finanziarie;

LM-16 – Finanza;

LM-29 – Ingegneria elettronica; o titoli equiparati secondo la normativa vigente.

7. In cosa consistono le prove di esame?

Il concorso prevede una prova scritta e una valutazione dei titoli.

8. In cosa consiste la prova scritta?

La prova scritta consisterà in un test di 40 domande con risposta a scelta multipla da risolvere in 60 minuti, con un punteggio massimo di 30 punti.

Ai fini del superamento della prova, occorre un punteggio minimo di 21.

La prova è volta a verificare la conoscenza teorica e pratica della lingua inglese, delle tecnologie informatiche e, con riferimento ai profili concorsuali, delle seguenti materie:

A. Funzionario esperto tecnico (codice FT/COE):

scienza e tecnica delle costruzioni;

legislazione nazionale in materia di edilizia e urbanistica;

diritto amministrativo, con particolare riferimento al codice dei contratti pubblici (decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50);

norme in materia ambientale (decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152);

B. Funzionario esperto in gestione, rendicontazione e controllo (codice FG/COE):

normativa nazionale e comunitaria in materia di fondi strutturali con particolare riferimento alle attività di rendicontazione, monitoraggio e controllo dei progetti cofinanziati.

diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici (decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50);

C. Funzionario esperto analista informatico (codice FI/COE):

codice dell’amministrazione digitale (decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82);

conoscenza e capacità di utilizzo dei principali applicativi informatici e software in uso;

elementi di informatica;

elementi di statistica inferenziale e tecniche di campionamento.

9. Quando devono essere conseguiti i titoli?

Tutti i titoli di cui il candidato richiede la valutazione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda, ossia il 14 novembre 2021.

10. Come si svolge la valutazione dei titoli?

I titoli valutabili non potranno superare il valore massimo complessivo di dieci punti, ripartiti tra titoli di studio (massimo sei punti) e altri titoli (massimo quattro punti).

Al voto di laurea sono attribuiti i seguenti punteggi:

da 66/110 a 75/110 o equivalente punti 0,20;

da 76/110 a 84/110 o equivalente punti 0,30;

da 85/110 a 89/110 o equivalente punti 0,40;

da 90/110 a 94/110 o equivalente punti 0,50;

da 95/110 a 99/110 o equivalente punti 0,60;

da 100/110 a 103/110 o equivalente punti 0,80;

da 104/110 a 106/110 o equivalente punti 1,00;

da 107/110 a 109/110 o equivalente punti 1,50;

da 110/110 a 110/110 e lode o equivalente punti 2,00.

11. Ulteriori informazioni

Per avere ulteriori informazioni, è possibile consultare il bando qui allegato.