Concorso 126 collaboratori amministrativi Regione Puglia

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Condividi questa pagina
lunedì 11 ottobre 2021
È stato bandito un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l´assunzione, a tempo pieno e indeterminato, di 126 collaboratori amministrativi presso la Regione Puglia. Si attende la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.
Documenti ufficiali
CONC REGIONE 1.PDF

Sommario: 1. Quali sono i requisiti di partecipazione al concorso? - 2. Quando e come presentare la domanda? - 3. In cosa consiste la prova d'esame? - 4. Ulteriori informazioni

AGGIORNAMENTO IMPORTANTE:

In riferimento al concorso pubblico in oggetto, si comunica che l’estratto dell’avviso sarà pubblicato in data 26 ottobre 2021 nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, IV Serie Speciale “Concorsi ed Esami” n. 85.
A decorrere dal 27 OTTOBRE 2021 sarà pertanto possibile presentare la propria istanza di candidatura tramite SPID (Sistema pubblico di identità digitale), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile all’indirizzo
https://www.ripam.cloud/, previa registrazione del candidato sullo stesso sistema.

1. Quali sono i requisiti di partecipazione al concorso?

Per potere partecipare al concorso, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti (che devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione, nonché al momento dell’assunzione in servizio):
a. cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione Europea;
b. età non inferiore a 18 anni;
c. godimento dei diritti civili e politici;
d. non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
e. non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, oppure non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un
impiego statale;
f. non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che impediscano, ai sensi della vigente normativa in materia, la costituzione del rapporto di impiego con le pubbliche amministrazioni;

g. idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del profilo professionale di cui trattasi;
h. per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva;
i. possesso del diploma della scuola dell'obbligo e di una delle seguenti certificazioni informatiche: (i) E.C.D.L. (European Computer Driving Licence) oppure (ii) Eipass (European Informatics Passport).

2. Quando e come presentare la domanda?

La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, entro quindici giorni decorrenti dal giorno successivo a quello di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale attraverso il Sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico sul sistema “Step-One 2019”, raggiungibile sulla rete internet all’indirizzo “https//ripam.cloud”, previa registrazione del candidato sullo stesso sistema.

Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).

Ai fini della presentazione della domanda, è necessario effettuare il pagamento della tassa di concorso, di importo pari a € 10,33.

3. In cosa consiste la prova d'esame?

L’esame consisterà in un'unica prova scritta volta a verificare le specifiche conoscenze del profilo professionale oggetto di selezione, in relazione alle materie previste e le specifiche capacità organizzative e competenze attitudinali, mediante la somministrazione di domande con risposta a scelta multipla. Il numero totale dei quesiti somministrati, sarà di n. 60 (sessanta) per un punteggio massimo attribuibile di 30 (trenta). La prova scritta, si svolgerà mediante utilizzo di strumenti digitali e avrà una durata di 60 (sessanta) minuti.

La prova d'esame verterà sulle seguenti materie:

- ordinamento nazionale e regionale di riferimento per il NUE 112;

- cenni sulla normativa in materia di funzioni e compiti delle Forze dell'Ordine e di Pubblica Sicurezza;

- normativa in materia di protezione dei dati personali;

- elementi di diritto regionale, con particolare riferimento allo Statuto;

- strumenti applicativi informatici di base;

- strumenti web (internet e intranet);

- lingua inglese di base.

La prova scritta si intende superata con una votazione minima di 21/30 (ventuno trentesimi).

Il diario della prova, con l’indicazione della sede, del giorno e dell'ora in cui si svolgerà sarà pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, nel sito istituzionale della Regione Puglia alla Sezione "Concorsi/Aggiornamenti Bandi e Avvisi regionali” e nel sito dell’affidatario del servizio http://riqualificazione.formez.it, almeno 15 giorni prima della data di svolgimento. Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti, senza necessità di inviare lettere di convocazione, messaggi e-mail o di posta elettronica certificata.

4. Ulteriori informazioni

Per avere ulteriori informazioni, occorre attendere la pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale. Nel frattempo, è possibile consultare la determinazione di indicazione del concorso, qui allegata.