Provincia di Brescia: concorsi per 11 posti categoria D

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Condividi questa pagina
martedì 14 settembre 2021
Il termine per presentare la candidatura per i concorsi per 11 posti cat. D presso la Provincia di Brescia scade il 2 ottobre 2021.
Documenti ufficiali
BANDO CONCORSO 5 D GIURIDICO EC. PUB PROT PDFA.PDF BANDO CONCORSO 6 D AMM. IND PUB PROT PDFA.PDF

Presso la Provincia di Brescia sono stati pubblicati due concorsi pubblici per categoria D per un totale di 11 posti.

È stato, quindi, pubblicato un concorso pubblico, per esami, per la copertura per la copertura di n. 5 posti di Istruttore Direttivo Giuridico Economico – cat. D – a tempo pieno e indeterminato, presso la Provincia di Brescia, di cui n. 2 posti nel 2021 e n. 3 posti nel 2022, fermo restando che le assunzioni previste nel 2022 saranno effettuate soltanto previa verifica delle condizioni di legge che le consentono. Il bando di concorso è stato approvato con determinazione n.1195 del 6 agosto 2021.

Inoltre, è stato pubblicato un concorso pubblico, per esami, per la copertura n. 6 posti di Istruttore Direttivo Amministrativo – cat. D – a tempo pieno e indeterminato presso la Provincia di Brescia di cui n. 3 posti nel 2021, n. 2 posti nel 2022 e n. 1 posto nel 2023, fermo restando che le assunzioni previste negli anni 2022 e 2023 saranno effettuate soltanto previa verifica delle condizioni di legge che le consentono. Il bando di concorso è stato approvato con determinazione n.1194 del 6 agosto 2021.

Quando scade il termine per presentare la domanda?

Il termine per presentare la candidatura scade il 2 ottobre 2021.

Come si presenta la domanda di partecipazione?

Per partecipare al concorso è necessario effettuare obbligatoriamente l'iscrizione online sul sito https://provinciabrescia.iscrizioneconcorsi.it. L'utilizzo di modalità' diverse di iscrizione comporterà l'esclusione del candidato dal concorso.

È necessaria la pec?

Sì, è necessario il possesso di un account di posta elettronica certificata intestato al candidato.

È necessario il versamento di una tassa di partecipazione?

Sì, è necessario allegare alla domanda la ricevuta del versamento di Euro 10 effettuato secondo le seguenti modalità: - a mezzo bollettino postale sul c/c n. 16535254 intestato a Provincia di Brescia – Tesoreria Provinciale, indicando quale causale “ID 30460 Cognome Nome”; - a mezzo bonifico bancario, effettuato sul Conto della Provincia di Brescia – Tesoreria Provinciale – presso la Banca Popolare di Sondrio Soc. Coop. Per Azioni (codice IBAN IT 68 C 05696 11200 000013340X48) indicando quale causale “ID 30460 Cognome Nome.

Quali sono i requisiti specifici per partecipare?

Per il concorso per 5 posti di Istruttore Direttivo Giuridico Economico è richiesta la laurea triennale o la laurea magistrale in una di queste discipline:

Titoli di studio di cui al D.M. 270/2004 e le corrispondenti lauree di cui all’ordinamento D.M. 509/99 o all’ordinamento previgente come da tabelle allegate al Decreto Interministeriale 9 luglio 2009: Lauree triennali classe L-14 (Scienze dei Servizi Giuridici) o classe L-36 (Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali) o classe L-18 (Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale) o classe L-16 (Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione) o classe L-33 (Scienze Economiche) o classe L-41 (Scienze Statistiche) o classe L-9 (Ingegneria industriale); Lauree magistrali appartenenti alle classi LM-56 (Scienze dell’Economia) o LM-77 (Scienze economico-aziendali) o LM-16 (Finanza) o LMG/01 (Giurisprudenza) o LM/63 (Scienze delle Pubbliche Amministrazioni o LM-82 (Scienze Statistiche) o LM-52 (Relazioni Internazionali) o LM-83 (Scienze Statistiche attuariali e finanziarie) o LM-31 (Ingegneria Gestionale) o LM 62 (Scienze della Politica).

Per il concorso per 6 posti di Istruttore Direttivo Amministrativo è sufficiente il possesso di una laurea Triennale di primo livello (Laurea) ovvero Diploma di Laurea (ordinamento previgente al DM 509/99) ovvero Laurea Specialistica (DM 509/99) o Laurea Magistrale (DM 270/04).

Non è richiesta, quindi, una laurea specifica.

Si svolgerà la prova preselettiva?

L’Amministrazione si riserva la facoltà, qualora il numero delle domande sia tale da non consentire l’espletamento del concorso in tempi rapidi, di effettuare una prova preselettiva ai fini dell’ammissione alla prova scritta ai sensi dell’art. 10, punto 8, del vigente Regolamento sull’accesso al lavoro in Provincia di Brescia. La prova potrà consistere nella soluzione di appositi quiz di tipo attitudinale e/o professionale sugli argomenti oggetto del programma di esame di cui al successivo art. 10. Le prove, il numero massimo degli idonei da ammettere alle prove scritte ed il punteggio massimo attribuibile sono stabiliti dalla Commissione esaminatrice

In ogni caso il punteggio ottenuto nella prova preselettiva non viene preso in considerazione ai fini della graduatoria finale di merito, in quanto unicamente finalizzato all’accesso alle effettive fasi concorsuali.

In cosa consistono le prove di esame?

Per il concorso per 5 posti di Istruttore Direttivo Giuridico Economico:

Le prove d'esame consisteranno in una prova scritta e una prova orale. La prova scritta sarà volta ad accertare l’attitudine e la capacità del candidato a svolgere le funzioni richieste alla figura professionale, il possesso del grado di professionalità e le competenze necessarie per l'accesso al profilo, nonché le capacità del candidato di applicare le conoscenze possedute rispetto a specifiche situazioni e alla soluzione di casi problematici, di ordine teorico e pratico.

Prova scritta a contenuto teorico: consisterà nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta chiusa e/o in alcuni quesiti a risposta aperta ai quali dovrà essere data una risposta sintetica o nella redazione di un elaborato; La prova scritta si intende superata, con ammissione alla prova orale, con il conseguimento di una votazione non inferiore a 21/30.

Prova orale: verterà su una o più delle materie e competenze indicate all’art. 10. In sede di prova orale, qualora non si sia già provveduto con la prova scritta, si procederà all’accertamento, ai sensi dell’art. 37 del D.lgs. 165/2001, della conoscenza della lingua inglese, a livello minimo corrispondente al B1 del quadro comune europeo di riferimento, e delle conoscenze informatiche sulle applicazioni ed apparecchiature più diffuse. Inoltre, in sede di prova orale, la Commissione potrà avvalersi di un membro aggiunto, in qualità di psicologo, per la verifica del possesso delle competenze/attitudini richieste. La prova orale si intende superata con il conseguimento di una votazione non inferiore a 21/30 con punteggio massimo di 30.

Le materie su cui verteranno le prove di esame sono le seguenti:

1) Diritto amministrativo, con particolare riferimento al procedimento amministrativo e agli atti amministrativi; 2) Diritto costituzionale, con particolare riferimento ai contenuti del titolo V della Costituzione (Regioni, Province e Comuni); 3) Diritto degli Enti Locali; 4) Ordinamento istituzionale degli Enti Locali (D.Lgs. 267/2000 e s.m.i.), riordino Province e Città Metropolitane (L. 56/2014 e s.m.i.); 5) Ordinamento finanziario e contabile degli Enti Locali; 6) Nozioni di diritto privato; 7) Nozioni di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione; 8) Diritto del lavoro con particolare riferimento al Pubblico Impiego (contratto nazionale di lavoro dei dipendenti degli Enti locali, diritti, doveri, responsabilità, codice di comportamento e codice disciplinare); 9) Legislazione in materia di trattamento dei dati personali 10) Disciplina degli appalti e dei contratti nella Pubblica Amministrazione; 11) Normativa in materia di Anticorruzione e Trasparenza; 12) Conoscenza della lingua inglese; 13) Conoscenza delle apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse.

Per il concorso per 6 posti di Istruttore Direttivo Amministrativo:

Le prove d'esame consisteranno in una prova scritta e una prova orale.

La prova scritta sarà volta ad accertare l’attitudine e la capacità del candidato a svolgere le funzioni richieste alla figura professionale, il possesso del grado di professionalità e le competenze necessarie per l'accesso al profilo, nonché le capacità del candidato di applicare le conoscenze possedute rispetto a specifiche situazioni e alla soluzione di casi problematici, di ordine teorico e pratico.

In particolare, la selezione prevede:

Prova scritta a contenuto teorico: consisterà nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta chiusa e/o in alcuni quesiti a risposta aperta ai quali dovrà essere data una risposta sintetica o nella redazione di un elaborato; La prova scritta si intende superata, con ammissione alla prova orale, con il conseguimento di una votazione non inferiore a 21/30.

Prova orale: verterà su una o più delle materie e competenze indicate all’art. 10. In sede di prova orale, qualora non si sia già provveduto con la prova scritta, si procederà all’accertamento, ai sensi dell’art. 37 del D.lgs. 165/2001, della conoscenza della lingua inglese, a livello minimo corrispondente al B1 del quadro comune europeo di riferimento, e delle conoscenze informatiche sulle applicazioni ed apparecchiature più diffuse. Inoltre, in sede di prova orale, la Commissione potrà avvalersi di un membro aggiunto, in qualità di psicologo, per la verifica del possesso delle competenze/attitudini richieste.

Le materie su cui verteranno le prove di esame sono le seguenti:

1) nozioni di diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo e agli atti amministrativi; 2) ordinamento istituzionale degli Enti Locali (D.Lgs. 267/2000 e s.m.i.), riordino Province e Città Metropolitane (L. 56/2014 e s.m.i.); 3) ordinamento finanziario e contabile degli Enti Locali; 4) legislazione in materia di trattamento dei dati personali; AOO PROVINCIA DI BRESCIA Protocollo Interno N. 146910/2021 del 01-09-2021 Doc. Principale - Copia Documento 10 5) disciplina degli appalti e dei contratti nella Pubblica Amministrazione; 6) normativa in materia di Anticorruzione e Trasparenza; 7) elementi di diritto costituzionale con particolare riferimento ai contenuti del titolo V della Costituzione (Regioni, Province e Comuni); 8) elementi di diritto penale con particolare riguardo ai reati contro la Pubblica Amministrazione; 9) digitalizzazione dei processi; 10) il rapporto di pubblico impiego, contratto nazionale di lavoro dei dipendenti degli Enti locali, diritti, doveri, responsabilità, codice di comportamento e codice disciplinare; 11) conoscenza della lingua inglese; 12) conoscenza delle apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse.