Concorso 2938 allievi Carabinieri: aperto ai civili

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Condividi questa pagina
sabato 4 settembre 2021
Concorso per 2938 allievi Carabinieri. La domanda di partecipazione scade il 4 settembre 2021.
Documenti ufficiali
CAR21-BANDO-DI-CONCORSO.PDF

È stato pubblicato un concorso pubblico, per esami e titoli, per il reclutamento di 2.938 allievi carabinieri in ferma quadriennale del ruolo appuntati e carabinieri dell'Arma dei Carabinieri.

Come sono ripartiti i posti?

1) 2.057 riservati, ai sensi dell’articolo 703 del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ai volontari in ferma prefissata di un anno (VFPI) e ai volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP4), in servizio;

2) 881 riservati, ai sensi degli articoli 703, 706 e 707, del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ai cittadini italiani che non abbiano superato il ventiseiesimo anno di età; il limite massimo d’età è elevato a ventotto anni per coloro che abbiano già prestato servizio militare.

Quando scade la domanda di partecipazione?

La domanda scade il 4 settembre 2021.

Come si presenta la domanda?

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente on-line, avvalendosi della procedura disponibile nell’area concorsi del sito ufficiale dell’Arma dei Carabinieri (www.carabinieri.it), entro il termine perentorio del 4 settembre 2021.

È necessario lo spid per presentare la domanda di partecipazione?

Sì, per poter presentare la domanda di partecipazione e è necessario munirsi di uno tra i seguenti strumenti di identificazione:

Pertanto, il candidato deve munirsi alternativamente:

  • credenziali SPID con livello di sicurezza 2 che consentono l’accesso ai servizi on-line della Pubblica Amministrazione attraverso l’utilizzo di nome utente, password e la generazione di un codice temporaneo (one time password). Le istruzioni per il rilascio di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) sono disponibili sul sito ufficiale dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) all’indirizzo www.spid.gov.it.
  • idoneo lettore di smart-card installato nel computer per l’utilizzo con cat4a nazionale dei servizi (CNS) precedentemente attivata presso gli sportelli pubblici preposti, i quali provvedono a rilasciare un PIN.

Il candidato deve esprimere una preferenza nella domanda?

All’atto della presentazione della domanda di partecipazione al concorso i candidati:

debbono optare per una delle riserve di posti indicate, essendo consentito concorrere per una sola di esse;

hanno facoltà di esprimere preferenza per‘ la formazione e per l’impiego nelle specializzazioni in materia di tutela forestale, ambientale e agroalimentare ai sensi dell’articolo 708, comma 1 bis e dell’articolo 973, comma 2 bis del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 66.

Quali sono i requisiti di partecipazione?

Ai 2.057 posti riservati possono partecipare i cittadini italiani che:

  • siano volontari in ferma prefissata di un anno (VFPI) in servizio da almeno 1 mese continuativo ovvero in rafferma annuale;
  • siano volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP4) in servizio, esclusi coloro che si trovino in rafferma biennale;
  • se militari (VFPI/VFP4) in servizio, non abbiano già presentato nell’anno 2021 domanda di partecipazione per le riserve di posti di cui all’articolo 703 del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n.66 previste da altri concorsi indetti per le carriere iniziali delle altre Forze di polizia ad ordinamento civile e militare;
  • alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda indicato nell’articolo 3, non abbiano superato il giorno di compimento del ventottesimo anno di età.

Non si applicano gli aumenti dei limiti di età previsti per l’ammissione ai concorsi per i pubblici impieghi;

  • siano in possesso degli ulteriori requisiti di cui al successivo comma 4 del bando.

Agli 881 posti riservati possono partecipare i cittadini italiani che:

  • alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda indicato nell’articolo 3 abbiano compiuto il diciassettesimo anno di età e non abbiano superato il giorno di compimento del ventiseiesimo anno di età. Per coloro che abbiano già prestato servizio militare per una durata non inferiore alla ferma obbligatoria, il limite massimo d’età è elevato a ventotto anni.

Anche per questi posti riservati non si applicano gli aumenti dei limiti di età previsti per l’ammissione ai concorsi per i pubblici impieghi.

Come si svolgeranno le prove di esame?

Lo svolgimento del concorso prevede l’effettuazione di:

una prova scritta di selezione;

delle prove di efficienza fisica;

degli accertamenti psicofisici per la verifica dell’idoneità psicofisica;

degli accertamenti attitudinali;

una valutazione dei titoli.

Come si svolgerà la prova scritta di selezione?

La prova, della durata di 60 (sessanta) minuti, consisterà nella somministrazione di un test in formato digitalizzato (in caso di esecuzione della prova con procedura totalmente digitalizzata) o questionario cartaceo contenenti un numero non superiore a cento di quesiti a risposta multipla predeterminata vertenti su argomenti di cultura generale (italiano, attualità, storia, geografia, matematica, geometria, costituzione e cittadinanza italiana e scienze), di storia e di struttura ordinativa dell'Arma, di logica deduttiva (ragionamento numerico e capacità verbale), di informatica (conoscenze delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse), di ragionamento verbale finalizzati a verificare la comprensione di un testo e di istruzioni scritte, nonché di una lingua straniera a scelta tra il francese, l’inglese, lo spagnolo e il tedesco.

Il relativo punteggio sarà espresso in centesimi e concorrerà alla formazione delle graduatorie di merito.

È sufficiente il punteggio di 51/100 per accedere alle prove successive?

Qualora il numero delle domande venisse ritenuto incompatibile con le esigenze di selezione e con i termini di conclusione della relativa procedura concorsuale, la prova selettiva che in ogni caso sarà presa in considerazione solo se l’esito sarà non inferiore a 51/100, avrà valore anche di prova di preselezione. In tal caso, il punteggio conseguito all’esito della correzione e valutazione della prova, espresso in centesimi:

  • determinerà la formazione di due distinte graduatorie, una per ciascuna delle riserve dei posti a concorso di cui al precedente articolo 1, comma 1, per individuare i candidati da ammettere a sostenere le prove di efficienza fisica in numero pari:
  1. a quello della riserva dei posti a concorso di cui al precedente articolo 1, comma 1, lettere a) moltiplicato per 2;
  2. ai primi 4750 candidati della graduatoria formata per la riserva dei posti a concorso di cui al precedente articolo 1, comma 1, lettera b);

includendovi anche quanti dovessero riportare, nelle rispettive graduatorie, punteggio uguale a quello dell’ultimo candidato utilmente posizionato;

  • concorrerà alla formazione delle graduatorie finali di merito di cui al successivo articolo 13.

Il risultato di 51/100, pertanto, non garantisce l’accesso alle successive fasi di selezione qualora il numero massimo di candidati da ammettere alle prove successive venga raggiunto con un punteggio più elevato.