Concorso 130 Commissari Polizia di Stato

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Eventi & Concorsi
Concorso 130 Commissari Polizia di Stato


Condividi questa pagina
martedì 30 marzo 2021
Concorso Commissari Polizia di Stato 2021: 130 posti
preparati con i nostri corsi!
Documenti ufficiali

È stato pubblicato un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione di 130 commissari della carriera dei funzionari della Polizia di Stato, aperto ai cittadini in possesso dei seguenti requisiti:

  • la cittadinanza italiana;
  • il godimento dei diritti civili e politici
  • il possesso delle qualità morali e di condotta previste dall’art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2011, n. 165, e successive modificazioni;
  • il non aver compiuto il trentesimo anno di età.Tale limite è elevato, fino a un massimo di tre anni, in relazione all'effettivo servizio militare prestato dai candidati. Si prescinde dal limite di età per i candidati appartenenti alla Polizia di Stato. Per i candidati appartenenti ai ruoli dell'Amministrazione civile dell'interno il limite d'età è di trentacinque anni;
  • l'essere in possesso dei requisiti di idoneità fisica, psichica e attitudinale prescritti per l'accesso alla carriera dei funzionari della Polizia di Stato, di cui al decreto del Ministro dell'interno 30 giugno 2003, n. 198, e dei requisiti di cui al decreto del Presidente della Repubblica 17 dicembre 2015, n. 207
  • l'ssere in possesso di una laurea magistrale o specialistica a contenuto giuridico conseguita presso un’Università della Repubblica italiana o un Istituto di istruzione universitario equiparato. Si considerano a contenuto giuridico, tra le lauree magistrali o specialistiche individuate con decreti ministeriali adottati in attuazione dell'articolo 4, comma 2, del regolamento approvato con decreto del Ministro dell'istruzione dell'università e della ricerca 22 ottobre 2004, n. 270, la laurea magistrale a ciclo unico in giurisprudenza (LMG-OI), la laurea specialistica in giurisprudenza (22/S) e la laurea specialistica in teoria e tecniche della normazione e dell'informazione giuridica (102/S), in quanto conseguite sulla base di un numero di crediti formativi universitari in discipline afferenti ai settori scientifico-disciplinari «IUS» non inferiore a due terzi del totale, considerando esclusivamente i crediti acquisiti mediante superamento di esami in trentesimi formalmente risultati utili ai fini dell'ammissione all'esame di laurea. Ai sensi del decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e l'innovazione, del 9 luglio 2009, ai titoli di cui al secondo periodo della presente lettera è equiparata la laurea in giurisprudenza (ordinamento previgente al decreto del Ministro dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica 3 novembre 1999, n. 509);
  • per il personale della Polizia di Stato che concorre per le riserve dei posti di cui all'articolo 1, comma 2, non aver riportato la sanzione disciplinare della pena pecuniaria, o altra sanzione più grave, nei tre anni precedenti la data di pubblicazione del presente bando e aver conseguito, nello stesso periodo, un giudizio complessivo non inferiore a "ottimo".

30 ANNI DI ETÀ MASSIMA - TERMINE

Il Consiglio di Stato si è pronunciato recentemente su quale sia il termine entro cui bisogna avere i requisiti anagrafici per partecipare ai bandi di concorso pubblico (sentenza 6465 del 2019), affermando che "l'obbligo del possesso dei requisiti soggettivi per l'accesso all'impiego alla data di scadenza del relativo bando concorsuale costituisce principio generale delle procedure concorsuali per l'accesso a tutti i pubblici impieghi, affermato non solo dall'art. 2, comma 7, del d.P.R. 9 maggio 1994, n. 487 (recante per l'appunto "Regolamento recante norme sull'accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre f orme di assunzione nei pubblici impieghi"), ma anche e ancor prima dalla tuttora vigente norma legislativa contenuta nell'art. 2, ultimo comma, del t.u. approvato con d.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3, in forza del quale infatti i requisiti soggettivi di ammissione debbono essere indefettibilmente posseduti "alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso per la presentazione della domanda di ammissione", e ciò in funzione dell'esigenza di "garantire la parità di trattamento tra i candidati ; la necessità di individuare correttamente i soggetti partecipanti prima dell'inizio della procedura; l'eliminazione delle incertezze sul numero dei partecipanti; la previa fissazione di regole idonee a ridurre l'eventuale contenzioso successivo" (così puntualmente, Cons. Stato, Sez. IV, 19 febbraio 2010, n. 995)".

Il concorso si articolerà nelle seguenti fasi:

  • eventuale prova preselettiva;
  • accertamenti psico-fisici;
  • accertamento attitudinale;
  • prove scritte;
  • valutazione dei titoli dei candidati che abbiano superato le prove precedenti; - prova orale.

La prova preselettiva consiste nel rispondere a un questionario, articolato in domande con risposta a scelta multipla, sulle seguenti materie: diritto penale, diritto processuale penale, diritto civile, diritto costituzionale, diritto amministrativo.

La banca dati contenente i 5.000 quesiti, 1.000 per ciascuna delle materie di cui al comma 2, e le risposte a scelta multipla che saranno utilizzati per elaborare i questionari per la prova preselettiva sarà pubblicata, almeno trenta giorni prima dell'inizio dello svolgimento della medesima prova, sul sito web istituzionale www.poliziadistato.it.

Le prove d'esame del concorso consistono in due prove scritte ed una prova orale.

Le due prove scritte, della durata massima di otto ore ciascuna, vertono sulle seguenti materie:

  • a) diritto costituzionale congiuntamente o disgiuntamente a diritto amministrativo, con eventuale riferimento alla legislazione speciale in materia di pubblica sicurezza;
  • b) diritto penale congiuntamente o disgiuntamente a diritto processuale penale.

La Commissione esaminatrice qualora abbia attribuito ad uno dei due elaborati scritti un punteggio inferiore a diciotto trentesimi (18/30) non procede alla valutazione dell'altro.

La domanda di partecipazione al concorso deve essere compilata e trasmessa entro il termine perentorio di trenta giorni — che decorre dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana — utilizzando esclusivamente la procedura informatica disponibile all'indirizzo https://concorsionline.poliziadistato.it (dove si dovrà cliccare sull'icona "Concorso pubblico ").

- Corso collegato