Concorso Agenzia Italiana del Farmaco: 10 funzionari giuridici di amministrazione

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Eventi & Concorsi
Concorso Agenzia Italiana del Farmaco: 10 funzionari giuridici di amministrazione


Condividi questa pagina
sabato 27 marzo 2021
Concorso Agenzia Italiana del Farmaco 10 funzionari giuridici di amministrazione

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per il conferimento di n. 10 posti a tempo indeterminato e pieno nel profilo di Funzionario giuridico di amministrazione Area III - posizione economica F 1.

Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso oltre dei requisiti per la partecipazione al concorso pubblico come la cittadinanza italiana, l’iscrizione nelle liste elettorale, il non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso e l’idoneità fisica all’impiego, anche uno tra i titoli universitari di seguito indicati:

  • laurea triennale (L) compresa in una delle classi L14 Scienze dei servizi giuridici, o L16 Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, nonché ogni altro titolo di studio equiparato a dette lauree in base alla normativa vigente;
  • diploma di laurea (DL) in Giurisprudenza, ovvero laurea specialistica (LS) o laurea magistrale (LM) in una qualunque delle classi di lauree di possibile equiparazione ai sensi del D.M. 9 luglio 2009, pubblicato sulla G.U.– serie generale- n. 233 del 7 ottobre 2009;
  • nonché ogni altro titolo di studio equipollente a dette lauree in base alla normativa vigente.

I titoli universitari conseguiti all’estero saranno considerati utili purché riconosciuti equivalenti ad uno dei sopracitati titoli italiani. In tal caso, il candidato deve espressamente dichiarare nella propria domanda di partecipazione, a pena d’esclusione, gli estremi del provvedimento di equivalenza, ovvero di aver avviato l’iter per il riconoscimento dell’equivalenza del proprio titolo di studio, come previsto dalla normativa vigente.

L’Agenzia italiana del farmaco si riserva la facoltà di disporre lo svolgimento dell’eventuale prova preselettiva, delle prove scritte e della prova orale in modalità remota mediante il ricorso al sistema di proctoring, in relazione all’andamento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

In relazione al numero delle domande pervenute verrà eventualmente effettuata una prova preselettiva, che consisterà in una serie di domande a risposta multipla e verteranno su uno o più dei seguenti argomenti:

  • Attività istituzionale dell’Agenzia Italiana del Farmaco, organizzazione funzioni e normativa di riferimento;
  • organizzazione, funzioni e normativa di riferimento dell’EMA;
  • organizzazione e funzioni del Servizio Sanitario Nazionale:
  • lingua inglese.

Non è prevista la pubblicazione della banca dati dei quesiti prima dello svolgimento della prova.

Con avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – 4^ Serie Speciale – Concorsi ed esami del 30 aprile 2021, nonché sul sito internet dell’Agenzia all’indirizzo www.aifa.gov.it verranno date comunicazioni riguardo alle modalità di svolgimento della prova preselettiva.Gli esami consisteranno in due prove scritte e in una prova orale.

La prima prova scritta a carattere teorico – pratico consisterà nella redazione di un elaborato o nella soluzione di uno o più quesiti a risposta aperta di lunghezza massima predeterminata, volta ad accertare la capacità di analisi e di sintesi dei candidati con riferimento a una o più delle seguenti materie:

  • Profili costituzionali della tutela della salute; la protezione dei dati personali nel settore sanitario;
  • la regolazione del farmaco in Italia e in Europa;
  • le responsabilità in ambito sanitario e il risarcimento del danno.

La prova è inoltre volta ad accertare il possesso di competenze lavorative trasversali, tecniche e attitudinali, coerenti con il profilo professionale oggetto del bando.

La seconda prova scritta, di carattere teorico, consisterà nella redazione di un elaborato o nella soluzione di uno o più quesiti a risposta aperta di lunghezza massima predeterminata riguardante una o più delle seguenti materie:

  • diritto amministrativo;
  • diritto costituzionale;
  • diritto civile, con particolare riguardo alle obbligazioni e al contratto.

Sono ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato in ciascuna prova scritta un punteggio non inferiore a 21/30.

Nota bene: Dalla lettura del bando sembrerebbe che il possesso dei titoli previsti all’art. 8 non sia un requisito di partecipazione, ma solamente un requisito per attribuire un punteggio ulteriore. Invero, essendo stato utilizzato il termine “tra l’altro” si deduce che l’aver prestato servizio presso l’Aifa non sia un requisito per partecipare al concorso, ma solo un titolo ulteriore.

Tuttavia, per presentare la domanda di partecipazione è necessario barrare la casella che attesta il possesso di uno dei titoli ulteriori previsti all’art. 8 del presente bando. Pertanto, il requisito dell’aver prestato servizio presso l’Aifa è senz’altro facoltativo, ma è necessario il possesso di un titolo ulteriore per partecipare al concorso.

Infatti, si legge che “Ai sensi dell’art. 1, comma 430, della legge 178 del 30 dicembre 2020, nella presente procedura è prevista, tra l’altro, la valorizzazione dell’esperienza lavorativa maturata nell’Agenzia Italiana del farmaco con contratto di collaborazione coordinata e continuativa o nello svolgimento di prestazioni di lavoro flessibile di cui all'articolo 30, del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81.

I candidati che avranno superato con esito positivo l’eventuale prova preselettiva dovranno far pervenire, entro e non oltre 15 giorni dalla data di pubblicazione del risultato della stessa sul sito internet dell’Agenzia, una dichiarazione sostitutiva, debitamente datata e sottoscritta, resa ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445 del 2000 dei titoli già dichiarati nella domanda, per la loro successiva valutazione. Nella dichiarazione il candidato dovrà analiticamente indicare gli studi compiuti, le abilitazioni conseguite, le eventuali pubblicazioni, i servizi prestati, le funzioni svolte, gli incarichi ricoperti ed ogni altra attività scientifica o professionale, riportando gli esatti riferimenti di ciascun titolo indicato (ad esempio: data, durata, eventuale votazione, eventuale partecipazione in qualità di relatore a corsi, istituto o ente presso il quale il titolo è stato attribuito, eventuali interruzioni di servizio prestato quale dipendente presso p.a. ). Tale dichiarazione dovrà essere corredata da copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità. Non saranno prese in considerazione dichiarazioni sostitutive redatte senza le indicazioni sopraindicate. Tale dichiarazione potrà essere presentata a mezzo raccomandata A.R. all’Agenzia Italiana del Farmaco - via del Tritone 181 – 00187 Roma, Area Amministrativa - Settore Risorse Umane - Ufficio reclutamento e formazione, incarichi e rapporti di lavoro flessibile, ovvero inviata a mezzo posta elettronica certificata direttamente dall’indirizzo PEC del partecipante all’indirizzo PEC concorsi@pec.aifa.gov.it. La dichiarazione potrà, altresì, essere presentata direttamente presso l’ufficio postale dislocato all’interno della sede dell’Agenzia dalle ore 8:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00 dei giorni lavorativi (lunedì/venerdì); in questo caso saranno considerate valide esclusivamente le dichiarazioni presentate entro le ore 18:00 del quindicesimo giorno successivo a quello di pubblicazione del risultato della prova preselettiva.”

Di seguito l’elenco dei titoli ulteriori e dei relativi punteggi:

a) Esperienza lavorativa massimo 15 punti

Esperienza di lavoro presso l’AIFA:

massimo punti

a.1) Area/ mansioni o funzioni riconducibili al profilo messo a concorso punti 2 ogni 6 mesi (per un massimo di 30 mesi)

10

a.2) Area/ mansioni o funzioni riconducibili al profilo messo a concorso punti 1 ogni 12 mesi (da assegnare esclusivamente nel caso in cui il candidato abbia superato il tetto massimo dei 30 mesi previsti al punto a.1)

5

a.3) Area immediatamente inferiore a quella messa a concorso punti 1 ogni 6 mesi

5

Esperienza di lavoro attinente il profilo messo a concorso in ambiti che presentino diretta affinità con il Settore farmaceutico, svolta presso istituzioni o enti pubblici o privati:

massimo punti

3

Esperienze di lavoro attinenti il profilo messo a concorso svolte presso istituzioni o enti pubblici o privati:

massimo punti

2

b) Titoli culturali massimo 15 punti

Titoli accademici e di studio

massimo punti

b.1) dottorato di ricerca con particolare valorizzazione se afferente al settore Sanitario - Farmaceutico

5

b.2) diploma di specializzazione attinente al profilo del concorso

4

b.3) abilitazione all’esercizio delle professioni per le quali è necessario il possesso

del titolo di studio previsto per la partecipazione al concorso

3

b.4) master universitario di primo livello con particolare valorizzazione se afferente al settore Sanitario - Farmaceutico

2

b.5) master universitario di secondo livello con particolare valorizzazione se afferente al settore Sanitario - Farmaceutico

3

b.6) laurea/diploma di laurea/ laurea specialistica/laurea magistrale ulteriore rispetto a quelli prescritti per la partecipazione al concorso

1

b.7) voto di laurea relativo al titolo di studio prescritto per la partecipazione al concorso superiore a 105/110 o votazione equivalente con specifica valorizzazione della lode

2

c) corsi di formazione attinenti al profilo del concorso con esame finale positivo

massimo punti

c.1) corsi di formazione attinenti al profilo del concorso, di durata minima di 30 ore con esame finale positivo

1

d) Pubblicazioni afferenti al settore Sanitario - Farmaceutico

massimo punti

2

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente in via telematica, entro e non oltre la mezzanotte del quindicesimo giorno, compresi i giorni festivi, decorrente dal giorno successivo a quello di pubblicazione dell’avviso relativo al presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana, compilando l'apposito modulo on-line accessibile dal sito internet dell’Agenzia all'indirizzo www.aifa.gov.it nel banner “Concorsi”.