FCD
Concorso per 110 Funzionari di Amministrazione presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche

Non sei ancora iscritto o non hai effettuato l'accesso.
Per seguire tutte le attività o le loro DEMO iscriviti senza impegno.

Versione 1.1.23 (Build ufficiale) (a 64 bit)
Copyright 2019 IPWeb Tutti i diritti riservati.

WebMaster Raffaele Giaquinto

Eventi & Concorsi
Concorso per 110 Funzionari di Amministrazione presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche


Condividi questa pagina
venerdì 4 settembre 2020

Scadenza iscrizioni 1 ottobre 2020. Requisiti di accesso laurea triennale o magistrale. Tutti i dettagli nell´articolo.

preparati con i nostri corsi!
Documenti ufficiali
  • Requisiti: possesso di uno dei seguenti titoli di studio: Laurea Triennale (L) oppure Diploma di laurea (DL) oppure Laurea specialistica (LS) oppure Laurea magistrale (LM)
  • G.U. n. 68 del 01/09/2020
  • Scadenza 01-10-2020
  • Iscrizioni: per registrarsi utilizzare il link Nuova registrazione.

È indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione con contratto di lavoro a tempo pieno e indeterminato di centodieci unità di personale con profilo di Funzionario di Amministrazione V livello professionale, presso strutture del Consiglio Nazionale delle Ricerche indicate nell’allegato A) al presente bando, per l’espletamento delle seguenti funzioni: supporto specialistico giuridico-amministrativo e contabile per la redazione di atti, provvedimenti amministrativi, bandi di selezione, bandi di gara e contratti, nonché per la gestione e rendicontazione dei progetti di ricerca nazionali, europei e internazionali; studio e consulenza in materia di personale e procedure ad evidenza pubblica.

REQUISITI

  1. cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea; possono altresì partecipare i familiari dei cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero i cittadini di Paesi Terzi, che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, ai sensi dell’art. 38 del D.Lgs 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall’art. 7 della legge 6 agosto 2013, n. 97;
  2. età non inferiore a 18 anni;
  3. posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, ai sensi dell’art. 1 Legge 23 agosto 2004 n. 226, per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985;
  4. non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  5. godimento dei diritti civili e politici;
  6. possesso di uno dei seguenti titoli di studio: Laurea Triennale (L) oppure Diploma di laurea (DL) oppure Laurea specialistica (LS) oppure Laurea magistrale (LM)

MATERIE DEL CONCORSO

Le prove d’esame previste dall’art. 12 del bando, sono finalizzate alla verifica di una conoscenza approfondita delle seguenti materie:

  1. Diritto Amministrativo
  2. Diritto Civile con particolare riferimento alle obbligazioni ed ai contratti
  3. Normativa in materia di rapporto di lavoro pubblico
  4. Normativa in materia di trattamento dei dati personali
  5. Normativa in materia di trasparenza e anticorruzione
  6. Contabilità degli Enti Pubblici non Economici
  7. Normativa fiscale e tributaria
  8. Gestione e rendicontazione di progetti di ricerca nazionali, europei ed internazionali
  9. Gestione dei fondi strutturali
  10. Statuto e Regolamenti del Consiglio Nazionale delle Ricerche

Ai candidati sono richieste, inoltre, le seguenti conoscenze:

  1. Elementi di informatica di base e dei principali pacchetti applicativi
  2. Lingua inglese
  3. Lingua italiana per i candidati di cittadinanza diversa da quella italiana

LA PROVA PRESELETTIVA

La prova preselettiva consisterà in un test, composto da quesiti a risposta multipla, di cui una parte di tipo attitudinale per la verifica delle capacità logico-matematiche e una parte diretta a verificare la conoscenza e competenza nelle materie indicate nell’art. 7 comma 1 del bando lettere da a) a i).

All’esito della preselezione, saranno ammessi a sostenere le prove scritte un numero di candidati pari a cinque volte il numero dei posti messi a concorso. Sono comunque ammessi alle prove scritte tutti i candidati collocatisi ex aequo all’ultima posizione utile.

Sul sito istituzionale del Consiglio Nazionale della Ricerche agli indirizzi https://www.urp.cnr.it e https://selezionionline.cnr.it, almeno quindici giorni prima del suo svolgimento, sarà altresì pubblicato un avviso con il giorno, il luogo e l’orario di convocazione della prova preselettiva e gli eventuali ulteriori dettagli circa lo svolgimento della stessa.

LE PROVE D'ESAME

  1. Gli esami consistono in due prove scritte ed una prova orale nelle materie indicate sopra e sono diretti ad accertare il possesso di una adeguata cultura amministrativa, giuridica e contabile, capacità di analisi e sintesi, conoscenze generali dell’Organizzazione e delle attività del Consiglio Nazionale delle Ricerche, unitamente alla conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.
  2. Per la valutazione delle prove, la Commissione dispone dei seguenti punteggi:
    • 30 punti per la prima prova scritta
    • 30 punti per la seconda prova scritta
    • 30 punti per la prova orale

LA PRIMA PROVA SCRITTA

La prima prova scritta consisterà nella redazione di un elaborato, in lingua italiana, su uno o più argomenti interdisciplinari riguardanti le materie indicate sopra, lettere a), b), c), d), e).

LA SECONDA PROVA SCRITTA

La seconda prova scritta, consisterà nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta sintetica, in lingua italiana, nelle materie indicate sopra, lettere f), g), h), i).

LA PROVA ORALE

La prova orale verterà su tutte le materie di cui all’art. 7 del bando, dalla lettera a) alla lettera j), sulla verifica della conoscenza della lingua inglese, nonché dell’informatica, anche attraverso l’utilizzo dei sistemi applicativi informatici di più comune impiego, nonché per i cittadini stranieri della adeguata conoscenza della lingua italiana.

OGNI ALTRO DETTAGLIO È REPERIBILE NEL BANDO UFFICIALE ALLEGATO A QUESTO ARTICOLO

- Corso collegato